Hakuryu Team: Alex “Spartano” Sciaini

Da oggi iniziamo una nuova rubrica sul nostro blog, vi presenteremo uno ad uno i nostri fighter. Il primo ad essere stato intervistato è Alex “Spartano” Sciaini, 24 anni, categoria -84 kg MMA, sogno nel cassetto: serie A.
Di recente ha vinto la medaglia d’argento nella Coppa Italia svoltasi a Roma nella serie C. Un grande risultato frutto di allenamento intenso e dedizione.

Pier – Ciao Alex, quando hai iniziato a praticare MMA?
Alex – Ho iniziato nel 2011 per curiosità.

P – Si sono susseguite numerose persone e ragazzi dal 2011 ad oggi, cosa ti ha spinto a restare nel gruppo e a decidere di diventare un atleta agonista?
A – Ho continuato e ho deciso di allenarmi seriamente perché i miei maestri mi hanno sempre motivato e spinto a dare il massimo, per dimostrare (prima di tutto a me stesso) quanto valgo.

P – Qual è secondo te la differenza tra un atleta di arti marziali e un altro sportivo?
A – Io vedo una fondamentale differenza tra l’atleta di arti marziali e un praticante di sport di squadra, in questi il risultato è condizionato dalla prestazione di tutti, mentre il  marzialista in competizione può contare solo su se stesso.

 
P – Che emozioni provi quando affronti un match?
A – Quando affronto un mach combatto contro le mie paure, provo un insieme di emozioni forti, scariche di adrenalina e alla fine di tutto raggiungo la “pace dei sensi”.
 
P – Che consiglio daresti a chi decide di iniziare con le MMA?
A – Praticate con passione e costanza e vedrete che crescerete non solo come atleti ma anche come uomini, le MMA sono una palestra di vita.
 
P – Cosa pensano i tuoi amici della tua scelta sportiva?
A – La rispettano, la capiscono e sanno che è la mia strada.
 
P – Quale tipo di allenamento preferisci praticare?
A – L’allenamento è bello tutto, ma a me piace in particolare fare i circuiti, il lavoro ai colpitori e lo studio dei calci.

 

P – Per concludere, hai un obbiettivo in mente per la tua carriera?
A – Si. Il mio obbiettivo è arrivare in serie A, per poter sfidare atleti di alto livello e per migliorarmi sempre di più.

P – Grazie Ale, ci vediamo in palestra.
A – Grazie a te e a chi leggerà l’intervista.